Non bisogna sottovalutare, nell’equilibrio funzionale del corpo umano, il fattore temperatura corporea , cosa che spesso viene interpretata in modo errato, conseguenza di una informazione carente.

Parliamo qui di temperatura ESTERNA.
La tendenza attuale e’ quella di attribuire come valore corretto di temperatura la gamma tra i 35,5 e i 36 gradi.

Legati alla temperatura vi sono innumerevoli processi del corpo umano, tra cui il funzionamento del sistema immunitario, l’attività’ ormonale, digestiva, cognitiva, etc.

La differenza, anche di un solo grado, porta a variazioni significative che si possono esprimere in un’efficacia del sistema immunitario ridotta, o aumentata di centinaia di volte!

Cercare di avere una temperatura corporea un poco più alta può essere un efficace rimedio contro molte forme di malattia, dunque come fare?

Bagni caldi rilassanti e una delicata attività fisica sono sicuramente indicati, come anche sfruttare la macrobiotica che ci insegna come il calore del cibo cotto lentamente e a lungo possa essere trasferito al corpo in senso di energia contrastante le tendenze alla sclerosi e all’irrigidimento, tipiche di una tipologia corporea “fredda”.

Un PH alcalino favorisce inoltre una temperatura corporea più elevata.

Consigliamo la lettura dei libri del medico Giapponese Masashi Saito, per approfondire l’argomento.